il grembiule del massone

La forma del grembiule non cambia nei tre Gradi, ma riveste significati diversi in ragione del grado e delle funzioni del massone.

Il quadrato di base ed il triangolo della bavetta, oltre che nella sua valenza geometrica e matematica, è la rappresentazione dei sette livelli di conoscenza, a cui si ascende attraverso le sette arti Liberali: grammatica, retorica, oratoria, aritmetica, musica, astronomia e geometria. Poi, ricordando il precetto per cui: «Dio, creando, geometrizza l’universo», l’aspetto geometrico fu posto all’apice di una scala ideale di conoscenza, e la lettera G accomunata al Pentalfa Fiammeggiante ch’è il simbolo della più alta iniziazione.

Il quadrato rappresenta il quaternario dei 4 elementi: terra (minerali dello scheletro, ossa, coscienza fisica), acqua (fluidi fisici, coscienza emotiva), aria (mente, pensiero astratto), fuoco (energia, coscienza spirituale). I significati dei 4 elementi, sono stati velati nella metafora dei 4 evangelisti e dei 4 animali che velano quattro cicli zodiacali, che corrispondono alle quattro ere.

Terra e acqua corrispondono alla parte fisica-emotiva della personalità, che la mente deve imparare a disciplinare e controllare. Dominando i gangli energetici da cui trovano impulso gli elementi inferiori, posti al disotto della cintura, si porta l’attenzione dell’iniziato verso l’alto, cioè, verso la triade rappresentata dal triangolo della bavetta.

Raggiunto l’equilibrio i sensi fisici non sono più il solo mezzo d’indagine della coscienza. Ma è la sintesi mentale a diventare un punto di riconoscimento cosciente, capace d’evolversi fino diventare il principio dominante attraverso cui si esprime una coscienza che, non più dominata dagli impulsi della natura inferiore, può riflettersi nell’intelletto.

Questo genera un punto mentale che illumina la coscienza fisica, creando un effetto che viene raffigurato dal Pentalfa o Stella Fiammeggiante.

Inserisci un commento