I pilastri dell’iniziazione


I sistemi dell’Uomo sono imperfetti, anche quelli che intendono perfezionarlo.
Così, Chiesa e Massoneria, due pilastri dell’iniziazione simbolica d’occidente, si sono trovate spesso ad essere usate in modo strumentale.
Come potere autoreferente e strumento autocelebrativo.
Nessun uso troppo umano , però, è mai riuscito a rimuoverne i significati primari.

Che, nella Massoneria, è quello di una Scuola iniziatica basata sul pensiero che plasma costruttori d’idee.
Sono dette iniziazioni simboliche quei rituali con cui si rappresentano esteriormente certi procedimenti intimi che portano all’illuminazione mentale.
Un aspetto che non si stabilisce durante l’atto cerimoniale, ma dopo lunghi anni di volenteroso lavoro che l’adepto produrrà su se stesso.

Il processo intimo chiamato metamorfosi iniziatica avviene per gradi.
Così, gradualmente si ripropongono le iniziazioni simboliche.
I cerimoniali simbolici si avvalgono dello psicodramma, che era il metodo degli antichi Iniziati per rappresentare ai giovani discepoli i loro misteri.

Dunque, anche i cerimoniali massonici sono psicodrammi attraverso cui i protagonisti svelano frammenti di misteri. Che non andrebbero solo vissuti, ma capiti, evitando scorciatoie utopiche o immaginarie.

La funzione dell’iniziazione simbolica è quello di rendere visibili i canoni di significati, altrimenti, invisibili. Quindi, il suo valore è proporzionale alla vitalità cardiaca (accensione del cuore) ch’è capace di trasfondere nell’iniziando. Sempre che venga istruito su ciò che gli è stato mostrato.

Anche definizioni come cammino e sentiero iniziatico hanno alto valore simbolico.
Nel senso di mutamento, cambio di direzione e di orientamento nell’attenzione dell’adepto, che la dirigerà tanto all’esterno quanto all’interno per capirsi e conoscersi.
Cambiando, cambia anche il metodo d’apprendimento, perchè, l’iniziazione non è un processo di acquisizione imitativa.
Non è trasmissibile con mezzi esteriori. Ma è un traguardo che può essere raggiunto solo in se stessi e tramite se stessi
All’espandersi della coscienza conseguono i gradi di apertura mentale che portano l’illuminazione intellettuale, prima, e spirituale, poi (v. simbolo del compasso).
Certo è un precorso lungo e doloroso. Perchè è tormentoso avvicinarsi alla verità: soprattutto alla nudità della propria realtà.
Anche soffermandosi a considerare solo alcune “stazioni principali” del percorso simbolico, ci si rende conto della messe di significati che vi sono nascosti.

Concludiamo facendone alcuni esempi.
Punto primo. I 4 viaggi dell’iniziazione al grado di Apprendista riproducono i cicli del progresso umano, che dallo stato plumbeo dell’elemento terra, allegoria della coscienza fisico-animale, attraversa i molteplici stadi di apertura mentale (il compasso) degli elementi acqua (le passioni) e aria (il libero pensiero), fino ad arrivare all’elemento fuoco che rappresenta l’illuminazione spirituale.
A prescindere da singoli casi, l’illuminazione è uno stadio lontano dall’essere presente tra noi.

Ma al suo raggiungimento operano i costruttori di idee, assieme a tutti coloro che lavorano “a Benefizio dell’umanità”.
La resurrezione spirituale che illumina il cuore delsingolo iniziato è un traguardo comune dell’umanità.
Per questo motivo, gli Iniziati avanzati non considerano l’iniziazione (reale) come un progresso individuale, ma una Unione universale.


Inserisci un commento