una storia spiegata a vignette

Premere sopra le vignette per ingrandirle


 

Per avere una visione migliore delle vignette clicaci sopra

tratto dal web in risposta al fratellino Salvatore A. g.segretario-facciamo presente che saranno inviate tradotte in varie lingue in USA e altrove.

Cagliari, gran maestro di una loggia massonica a giudizio per aggressione L’imprenditore è accusato di minacce e lesioni gravi ai danni di un assicuratore, che sarebbe stato aggredito durante una disputa sulla proprietà di un parcheggio condominiale CAGLIARI. È stato rinviato a giudizio dal Gup del Tribunale di Cagliari, Cristina Ornano, l’imprenditore cagliaritano  Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia U.m.s.o.i. (Unione Massonica Stretta Osservanza Iniziatica), accusato di minacce e lesioni gravi dopo la denuncia di un assicuratore che sarebbe stato aggredito nel 2009 per una disputa legata alla proprietà di un parcheggio condominiale. Scaraventato contro una porta, l’assicuratore cadendo aveva riportato la frattura di una vertebra con una prognosi di oltre 40 giorni. dovrà comparire davanti al Tribunale monocratico il 28 maggio 2014. Molto noto in Italia e all’estero, l’imprenditore all’età di 49 anni è diventato Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia, legata al Rito Scozzese Antico ed Accettato. Si è poi saputo che è stato condannato a 8 mesi di carcere e a pagamento delle spese di giudizio oltre al rimborso per il danno all’agredito

—————————————————

Al gennaio 2008 viene datato un episodio ritenuto di interesse dai carabinieri del Noe: un certo Flavio dice a un altro suo contatto romano (tale Roberto Pinzari) che è necessario un incontro con il discusso massone cagliaritano  «Devi vedere il 30+3», dice. In gergo quella combinazione indica un grado altissimo. E infatti il G.M. originario di Jerzu, titolare di un’azienda di trasporti, è Gran Maestro a suo dire anche partecipe dell’ Unione Massonica di Stretta Osservanza Iniziatica,” Pinzari: Salve, sono Roberto Pinzari, l’amico di FlavioCarboni. Volevo sapere se potevamo vederci”. Certo, venga a trovarmi a Cagliari. Si ricordi di indossare abito nero, camicia bianca e cravatta nera. E porti anche quattro foto tessera. L’incontro avviene, ma nel capitolo relativo giganteggia un OMISSIS, che non ne chiarisce i contorni.Per cui i Magistrati satnno indagando, speriamo bene

—————————————————


Inserisci un commento